VISITE

3415

In altro modo. Un dialogo tra Tiziana Plebani e Annalisa Comuzzi

Organizzato in collaborazione con il Centro iniziative culturali di Tarcento, Multiverso ha proposto un incontro dal titolo ‘In altro modo. Come le donne stanno cambiando il mondo’, che prendeva come spunto di discussione il libro a cura di Maria G. di Rienzo ‘Voci dalla rete’, pubblicato nella collana ‘Testi e testimonianze per un’etica di pace’ (Forum/Multiverso). I temi presenti nel libro – in primis la violenza alle donne e in generale la negazione in tante parti del mondo dei loro diritti fondamentali come quello a istruirsi, curarsi o di lavorare, scegliere con chi vivere, essere indipendenti, muoversi liberamente e di partecipare alla vita pubblica, sono stati alla base della riflessione delle due ospiti dell’incontro, Tiziana Plebani (Geografia di genere di Venezia) e Annalisa Comuzzi (Donne in nero di Udine). In particolare gli interventi hanno riguardato il livello di consapevolezza che oggi le nuove generazioni stanno dimostrando in relazione ai propri diritti, la violenza che pervade la nostra società e che infierisce drammaticamente e anche statisticamente sulla vita e la morte delle donne e la cittadinanza, intesa come diritto di abitare i luoghi del nostro vivere.

L'incontro tra Tiziana Plebani e Annalisa Comuzzi si è tenuto a Tarcento, presso il Centro europeo ‘Luciano Ceschia’, il 7 luglio 2012.

TIZIANA PLEBANI

Tiziana Plebani è bibliotecaria responsabile del settore conservazione e restauro presso la Biblioteca Nazionale Marciana di Venezia e insegna Conservazione dei Beni culturali e documentari all'Università di Venezia. Si occupa di storia del libro, in particolare delle pratiche di lettura e scrittura.

ANNALISA COMUZZI

Annalisa Comuzzi vive e lavora a Udine. Ha pubblicato alcuni saggi per le edizioni della Società Filologica Friulana, muovendosi in un ambito di ricerca che ha privilegiato la storie delle donne. Ha contribuito alla formazione del gruppo locale delle Donne in Nero che fin dal 1997 si è impegnato sui temi della pace e del disarmo, dei diritti delle donne, dell’interculturalità e della laicità delle istituzioni.